Solutions

L’approccio interdisciplinare appare evidente quando si tratta di improntare le diverse soluzioni.

Serve l’approccio del chimico, il biologo, lo sviluppatore di software, il matematico sistemista, l’ingegnere progettista, l’ingegnere idraulico, gli impiantisti elettrici, i tecnici gestori, l’intermediario dei rifiuti. Non si vince da soli.

Anche qui, come in natura, la diversità, produce i risultati migliori. Diversi modi di vedere arricchiscono il dialogo e lo sviluppo di soluzioni mai pensate prima.

Chemical and Microbiological analysis

Il controllo dei parametri chimico-biologici è lo strumento principale per conoscere, studiare le acque e simulare i processi di abbattimento degli inquinanti.

Mathematical process modeling

I processi depurativi sono studiati da più di cento anni e sono stati tutti “smontati” pezzo per pezzo e le cinetiche di reazione sono state matematicamente dimostrate e verificate. Per questo motivo, la progettazione di un processo di trattamento depurativo richiede molta conoscenza e competenza. I moderni sistemi di modellazione matematica vengono in aiuto al processista soprattutto per le simulazioni in stato dinamico che consente di prevedere il comportamento del modello nei casi più disparati.

Chemical supplies

I prodotti chimici sono essenziali a correggere le anomalìe delle acque. Un pH fuori norma non solo è dannoso per l’ambiente ma inficia anche tutto il processo depurativo. I prodotti chimici di base non hanno costi elevati e possono risolvere velocemente molti problemi degli impianti di trattamento delle acque.

Process control software

Abbiamo già detto che i processi depurativi sono governati da modelli matematici oramai conosciuti. Gli stessi modelli matematici che possono aiutarci nella simulazione dei processi in ufficio, possono anche essere ingegnerizzati per la gestione “real time” dei processi depurativi.

Waste disposal

Se un impianto di depurazione non produce rifiuti o è un avveniristico esempio di circular economy oppure è un impianto che non funziona! Di fatto se un depuratore funziona, produce un fango che non è altro che la trasformazione dell’inquinamento in qualcosa di più semplice da gestire. Alla fine dei conti gestire un depuratore significa gestire i fanghi. La gestione dei rifiuti e possibilmente il loro riutilizzo secondo l’attesa normativa dell’”end of waste” è un altro aspetto fondante della gestione del ciclo idrico.

Come avviare un impianto di depurazione biologico?

Scarica gratuitamente il nostro White Paper